Acqui Terme: cosa visitare?

28 Gen di Gianni Paolini

Acqui Terme: cosa visitare?

Questa è la domanda che molti turisti si pongono una volta giunti nel cuore dell’Alto Monferrato, nella parte collinare che si estende lungo la provincia di Alessandria, ovvero esattamente ad Acqui Terme.

La città, che come suggerisce lo stesso nome, è rinomata sin dall’antichità per le sue calde acque ricche di minerali, vanta una lunga ed affascinante storia alle spalle e racchiude tanti monumenti e numerose attrazioni da non perdere.

Coloro che si trovano ad Acqui Terme per un giorno possono pianificare un tour molto interessante e variegato, che comprende molte delle meraviglie di questa straordinaria cittadina. Ecco tutto quello da vedere in un giorno.

Stabilimenti termali

Una gita ad Acqui Terme merita sicuramente la visita ai centri termali. Nel cuore del centro cittadino si trovano le Nuove Terme, aperte tutto l’anno, e le Terme Regina, accessibili solo da Aprile e Novembre. Entrambe le strutture sono collegate con i rispettivi hotel e beauty farm, in cui sarà possibile prenotare il proprio trattamento per rigenerarsi e ritrovare il proprio benessere.

Castello dei Paleologi

Castello dei Paleologi

Il castello dei Signori di Monferrato rappresenta di certo una delle mete più ambite da turisti di ogni dove, anche perché attualmente ospita il Museo Civico Archeologico, ricco di testimonianze e resti che sono stati rinvenuti nella zona di Acqui Terme e risalenti alla preistoria e all’età del ferro, oltre che all’epoca medievale e pre-romana.

Piazza Duomo

Una volta giunti a Piazza Duomo si potrà ammirare la Cattedrale di Santa Maria Assunta, dalle origini antichissime, che si fanno risalire al I secolo d.C., la cui struttura si contraddistingue per la croce latina e per la presenza di 5 navate. Particolare interesse architettonico riveste il portale Maggiore del 1841, nonché il trittico della Madonna di Montserrat e realizzato dal celebre pittore spagnolo Bartolomeo Bermejo.

Acqui Terme La Bollente

Piazza della Bollente

Questa piazza rappresenta una delle zone più amate e visitate di Acqui Terme, in cui passeggiare e rilassarsi, facendo shopping o gustando i piatti tipici del posto all’interno dei numerosi ristoranti. Funghi, Tartufi, formaggi, salame filetto baciato, Dolcetto, Brachetto e Moscato d’Acqui sono soltanto alcune delle delizie gastronomiche ed esempi della diffusa viticoltura che contraddistinguono la cittadina.

La piazza inoltre ospita l’omonima fontana, a forma di basso tempio, dalla caratteristica forma ottagonale, al centro della quale si trova una sorgente che vanta una portata di circa 560 litri al minuto. Alla sinistra si trova la rinomata “torre priva di fondamenta”, adagiata sulle casse adiacente, realizzata dall’architetto Cerruti e inaugurata a Maggio del 1879.

Acquedotto Romano

Rappresenta uno degli acquedotti meglio conservati di tutta la regione Piemonte, oltre che fra i più belli e suggestivi presenti a livello nazionale. Risalente al I secolo d.C., la struttura dell’acquedotto è suddivisa in due parti e quella in stato migliore viene attraversata dal fiume Bormida. L’acquedotto, un tempo lungo 12 chilometri, presenta attualmente 15 dei 40 pilastri originari che sorreggono ancora gli archi.