Guida di Vignale Monferrato

18 Feb di Jonathan Valentino

Guida di Vignale Monferrato

Vignale Monferrato è una cittadina della Provincia di Alessandria che si adagia sulle colline del Monferrato. Gli Aleramici, che lo possedettero come feudo, vi costruirono un castello come loro residenza il quale fu poi ampliato e fortificato dai Paleologi. Da tali modifiche nacque l’attuale struttura dei Servi di Maria e fino alla fine dell’800 appartenne ai conti Callori.

Nel corso dei secoli fu devastato da scontri di natura bellica, come le guerre di successione e nel 1961 fu coinvolto in un’epidemia di peste.

Cosa vedere a Vignale Monferrato

  • Palazzo Callori

I vigneti sono elementi che rendono Vignale di Monferrato famoso in tutta Italia e oltre, ma Palazzo Callori è la struttura storica principale, intorno al quale si erge la storia del borgo. Si tratta di un imponente edificio gotico a testimonianza del passato glorioso di questa cittadina. Fu realizzato dai Callori, una delle famiglie della signoria di Asti, nella metà del 700.

Ai visitatori è concessa la visita delle antiche cantine realizzate scavando direttamente nel tufo che costituiscono l’Enoteca Regionale di Monferrato. Al suo interno si articolano sale e saloni decorati che tutt’oggi vengono utilizzate come location per feste e ricevimenti nuziali.

  • Porta Urbica

Porta Urbica è uno degli accessi delle antiche mura della città ed è ancora intatta in tutto il suo antico splendore. Nei pressi di Porta Urbica è ubicata la famosa Casa Serpentello, che negli anni ’30 venne decorata da Luciano Serpentello, proprietario, nonché cittadino attivo nelle attività di Vignale Monferrato. L’artista aggiunse un gran numero d’immagini per rappresentare le cosiddette arti e misteri.

  • Le chiese di Vignale Monferrato

La chiesa di San Bartolomeo du realizzata su una precedente costruzione del XII secolo e mostra la facciata principale in stile neoclassico. Al suo interno è possibile ammirare i dipinti di Luigi Morgari, raffiguranti personaggi di spicco della società vignalese dell’epoca e un dipinto di Sant’Agostino realizzato dal pittore Monclavo.

La chiesa della Vergine Maria si trova nei pressi di Porta Urbica, che comprende anche il convento dei Servi di Maria, i quali nel 1470 diedero inizio alla sua costruzione. Al suo interno è conservata la scultura della Madonna dei sette colori.

Cenni storici su Vignale Monferrato

L’attuale centro urbano nacque come presidio militare romano i quali avevano il controllo delle strade commerciali che collegavano Alessandria e Asti.

In epoca medievale si trasformò da piccolo borgo a piccola cittadina, la quale prese gradualmente forma intorno al castello Vinealis, così chiamato per la produzione di vini che lo caratterizzava. Successivamente i Paleologi, oltre alla fortificazione del castello, si occuparono di realizzare delle mura protettive intorno al borgo.

Vignale subì due enormi roghi a causa degli episodi di peste che lo devastarono e la storia di questo borgo è resa ancor più drammatica dalle guerre di successione tra Spagna e Francia, avvenute a breve distanza dal dramma della peste.

Il borgo di Vignale Monferrato trovò la sua stabilità intorno al 1700, quando entrò a far parte del dominio dei Savoia, fino agli eventi dell’unità d’Italia.