Cosa vedere in Piemonte

27 Ago di Gianni Paolini

Cosa vedere in Piemonte

Come suggerisce il nome, il Piemonte è la terra delle montagne: è circondato su tre lati dalle Alpi, che qui racchiudono le vette più alte ed i ghiacciai più importanti d’Italia.

MONTE ROSA

Il versante piemontese del Monte Rosa e gli altri rilievi offrono paesaggi spettacolari di singolare bellezza, ci sono anche stazioni sciistiche, tra cui il Sestriere, che accoglie gli sportivi con le sue piste sciistiche.

Nel contesto delle Alpi si aprono grandi e pittoresche vallate, come la Val di Susa, la Valsesia e la Val d’Ossola. Molto diverso ma altrettanto caratteristico è il paesaggio delle Langhe e del Monferrato: un susseguirsi di colline ricoperte di vigneti, punteggiate da borghi e castelli.

Specchi d’acqua e risaie, i lunghi filari di pioppi e gli antichi casali, sono questi gli scenari tipici della pianura che si estende fino a Novara e Vercelli. Meta turistica per eccellenza è il Lago Maggiore, con Stresa e le Isole Borromee con paesaggi che ospitano magnifiche ville antiche circondate da parchi all’inglese.

Piazza Vittorio Torino

Ma la natura è solo una delle tante attrattive del Piemonte. Ci sono molti altri aspetti nella regione: Torino – la capitale italiana dell’auto – con la sua storia e il suo notevole patrimonio artistico, le altre città, i vari centri storici come Cherasco, Alba e Ivrea. E poi, i suggestivi castelli medievali come l’imponente castello di Ivrea, le preziose architetture, come le celebri residenze di Casa Savoia e dei Sacri Monti. Acqui Terme e Vinadio, le storiche città termali offrono cure e cure per un soggiorno di benessere e relax. Numerose scoperte e sorprese di ogni genere attendono i visitatori, compresa una variegata offerta gastronomica in grado di soddisfare tutti i gusti. Le province sono: Torino (capoluogo), Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Verbano Cusio Ossola, Vercelli.

Il turismo gastronomico è molto sviluppato in questa regione, dove le vacanze spesso si fanno in agriturismo e gli hotel offrono la genuina cucina tradizionale piemontese e vini di alta qualità garantiti dalle denominazioni DOC (Denominazione di origine controllata) e DOCG (Denominazione di origine controllata Garantita): Asti Spumante, Barbera, Grignolino, Dolcetto, Nebbiolo e Barolo o Barbaresco, che si possono trovare anche nelle aste internazionali, alla pari con i più famosi vini francesi di Champagne, Borgogna e Bordeaux; I vini piemontesi possono essere degustati direttamente dai produttori o nelle numerose cantine, enoteche, enoteche e cantine.

L’offerta turistica comprende anche i prodotti tipici della campagna, ortaggi, frutta passando per alcune delle carni più ricercate e pregiate al mondo, i bovini di “razza piemontese”. Non meno importanti sono i formaggi (Robiola), i salumi e le salsicce. Ovunque nel menù turistico, il famoso tartufo d’Alba.

Inoltre, la regione ha due tra i più rinomati istituti di cucina italiana, la scuola di cucina ICIF – Istituto Italiano di Cucina per Stranieri, che ha aperto nel 1997 e si trova anche nel prestigioso castello medievale Costigliole d’Asti. che l’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche, nota come Università del Gusto” di Pollenzo, fondata da Slow Food, la cui filosofia si basa sulla tutela e diffusione di prodotti di alta qualità. Ai loro programmi partecipano studenti provenienti da diversi paesi che diventeranno chef di successo e questi locali attirano turisti da tutto il mondo, curiosi di scoprire il “piacere di mangiare sano” per eccellenza.

Il Piemonte ha un’importante tradizione per il folclore popolare: sagre, palii, dimostrazioni culinarie e rievocazioni storiche.

Esempi: il carnevale di Ivrea, quello di Vercelli, il Palio d’Asti, la Sagra dell’Asti, la Sagra dell’Uva, la festa del Monastero di Polentonissimo Bormida e tanti altri rinomati sia a livello nazionale che internazionale.

Lago d'Orta

Dal punto di vista turistico alpino, il Piemonte si è negli ultimi anni distinto anche per le sue località sciistiche di fama internazionale, dove è possibile praticare sci alpino, sci alpino, snowboard e slittino. Sestriere è uno dei siti più conosciuti, insieme a Bardonecchia e Limone Piemonte. Altre famose località sciistiche sono Alagna Valsesia, Macugnaga; ad est del Monte Rosa, il Mottarone, con i suoi pendii panoramici con splendida vista sui grandi laghi prealpini (Lago Maggiore, Lago d’Orta), il comprensorio Mondolè Ski (Artesina, Prato Nevoso, Frabosa Soprana) e il Alpe di Mera.

Anche la produzione di olio d’oliva gioca un ruolo importante.